Editoriale

«Il rilancio de L’Espresso passa attraverso innovazione e coraggio. Cominciamo con un tour d’Italia in 11 tappe»

Nel 2024 il nostro settimanale avvia un percorso multimediale. Si parte con dibattiti ed eventi in tante città da Nord a Sud. Poi un premio per le aziende che puntano sulla sostenibilità. Oltre allo sviluppo del digitale. Nuove iniziative per stare al passo con i tempi e migliorarci

di Alessandro Mauro Rossi   1 dicembre 2023

  • linkedinfacebooktwittere-mailpinterest

Eppur si muove. Il 2024 sarà l’anno del rilancio del settimanale e del lancio a pieno titolo del sistema multimediale de L’Espresso. Chi vuole fare editoria nel ventunesimo secolo sa benissimo che la carta da sola non basta più a sostenere il conto economico o se riesce a farlo lo fa con grande difficoltà. Noi, nel nostro piccolo, non ci possiamo lamentare dei risultati delle edicole, però sappiamo che il futuro ha bisogno di novità. Tutte le case editrici utilizzano sempre più i contenuti digitali, i social, gli eventi, i gadget a supporto del prodotto cartaceo che resta comunque il punto di riferimento. Siamo convinti che i giornali di carta non moriranno mai, soprattutto quelli di qualità, ma dovranno rivestire inevitabilmente un nuovo ruolo nel panorama dell’offerta editoriale.

 

L’Espresso media, la società che edita questo settimanale, grazie al sostegno dei suoi due soci, Danilo Iervolino attraverso Bfc Media e Donato Ammaturo attraverso Alga, sta preparando un piano editoriale di rilancio per il 2024 che si baserà appunto non solo sul settimanale L’Espresso, che sarà sempre centrale, ma anche su una serie di attività non collaterali ma parallele di cui vi daremo puntualmente conto. I primi segnali di questo rilancio si stanno vedendo con il nuovo sito che si sta sviluppando, seguendo un percorso a step, e si è visto con la presentazione della Guida de L’Espresso dei 1.000 ristoranti italiani, un prodotto declinato anche sul sito guideespresso.it e in un’apposita app, che ha riscosso già uno straordinario successo con oltre 1.200 operatori del settore che hanno partecipato all’evento di presentazione.

Il 2024 sarà contraddistinto da una nuova iniziativa straordinaria: “L’Espresso Tour d’Italia 2024”, un format progettato e organizzato da un team di professionisti. Saremo presenti in undici città italiane durante tutto l’anno con l’unica pausa estiva e quella nel periodo pre-elettorale delle Europee, con due giornate di tavole rotonde, convegni, dibattiti ed eventi per ogni città in cui parleremo di sanità, di lavoro, di industria e agricoltura, di economia, di scuola, di cultura, di innovazione, di scienza, di tecnologia, di sostenibilità, di cinema e teatro, di enogastronomia, ma ci saranno anche spettacoli, mostre, momenti di intrattenimento per i bambini o esperienze dedicate al cibo e al vino di qualità legati al territorio.

 

Parteciperanno istituzioni, imprenditori, esponenti della cultura, del mondo dello sport locali e nazionali. E ovviamente ci aspettiamo la partecipazione di tanti, tantissimi cittadini. I dibattiti saranno condotti dai giornalisti de L’Espresso, che porteranno in giro per l’Italia il messaggio di professionalità e indipendenza di una grande testata che ha contribuito a fare la storia dell’Italia con le sue battaglie civili, le sue denunce, il suo coraggio. Cominceremo a febbraio da Firenze per proseguire a marzo a Palermo, ad aprile a Milano, a maggio a Verona, a giugno a Cosenza, a luglio a Cagliari, a settembre a Reggio Emilia, a ottobre all’Aquila, a novembre a Bari e a Torino mentre a dicembre il tour si concluderà a Roma.

 

Sempre con l’anno nuovo partirà un’altra iniziativa dedicata ai “Campioni della sostenibilità”, uno dei grandi temi del nostro tempo. Ogni settimana, per 40 settimane, pubblicheremo la storia di un’azienda che si distingue particolarmente nella sostenibilità. Le 40 imprese saranno selezionate da Kon, un advisor indipendente specializzato in questi temi, che ha predisposto una griglia per determinare, sulla base di criteri oggettivi, il livello di applicazione degli elementi di sostenibilità nelle imprese censite. Alla fine del 2024, in un evento apposito, premieremo le aziende che, proprio sulla base di una valutazione indipendente, si saranno maggiormente distinte per la sostenibilità.

 

Innovazione e coraggio sono le qualità di un giornale che altrimenti non avrebbe potuto fare la storia. E che vuole continuare a farla.

  • linkedinfacebooktwittere-mailpinterest